Eco-SismaBonus 2020

ECO-SISMABONUS

RISTRUTTURARE CASA OGGI CONVIENE

Oggi ristrutturare casa o immobili in generale conviene, questa frase è una vera e propria affermazione visto che continuano le detrazioni fiscali volte a migliorare le condizioni di sicurezza sismica delle strutture dei nostri edifici e contemporaneamente renderle più confortevoli e più efficienti dal punto di vista energetico.

Tale incentivo fornito sotto forma di detrazioni fiscali dallo Stato prende il nome di Ecosmabonus che è la somma di due incentivi fiscali: Eco Bonus + Sisma Bonus.

La caratteristica di questi incentivi dipende dal tipo di intervento che vogliamo fare e possono essere cumulativi o usato separatamente. Andiamo per gradi per capire meglio come funziona.

 CHI USUFRUISCE DEI BENEFICI DELL’ECO-SISMABONUS

Possono usufruire del beneficio, ai sensi di legge, i soggetti IRPEF e IRES che sostengono le spese per l’intervento di riqualificazione energetica e/o per gli interventi antisismici e detengono il bene immobile in base ad un titolo idoneo:

• proprietario o nudo proprietario

• titolare di un diritto reale di godimento

• comodatario (con consenso del proprietario)

• locatario o utilizzatore in leasing (con consenso del proprietario)

• familiare convivente con il proprietario o detentore e il convivente non proprietario né titolare di un contratto di comodato (per immobili a destinazione abitativa)

• acquirente dell’immobile (oggetto di riqualificazione) per le quote di detrazione residue

• istituti autonomi, case popolari (IACP),o enti aventi le medesime finalità e le cooperative a proprietà indivisa per gli interventi su immobili adibiti a edilizia residenziale pubblica

• le società immobiliari per gli interventi effettuati su immobili concessi in locazione (valido solo per il Sismabonus)

QUALI INTERVENTI POSSONO ESSERE DETRATTI

Possono essere detratte le spese per interventi finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico, che consentano il passaggio di 1 o 2 classi sismiche, e alla riqualificazione energetica degli edifici (art. 14, comme 2-quater del D.L. 04/06/2013, n. 63), nonché le spese tecniche per la redazione della documentazione obbligatoria per tali interventi.

QUALI SONO LE PERCENTUALI DELLA DETRAZIONE

La percentuale di detrazione per il Sisma Bonus è pari al:

  • 80%, se gli interventi determinino il passaggio ad 1 classe di rischio sismico inferiore;
  • 85%, se gli interventi determinino il passaggio a 2 classi di rischio sismico inferiori.

La percentuale di detrazione per Eco Bonus è pari al:

  • 50%, se gli interventi determinino il passaggio ad 1 classe energetica superiore;
  • 65%, se gli interventi determinino il passaggio a 2 classe energetica superiore.

per i condomini invece le percentuali salgono a:

  • 70%, se gli interventi determinino il passaggio ad 1 classe energetica superiore;
  • 75%, se gli interventi determinino il passaggio a 2 classe energetica superiore.

tutte queste detrazioni hanno un limite di spesa per unità immobiliare ossia si può detrarre per:

  • Eco Bonus fino a  un massimo di 40.000 €
  • Sisma Bonus fino a un massimo di 96.000 €
  • Eco+Sisma Bonus si cumulano fino ad un massimo di 136.000 €

tutti questi incentivi possono essere recuperati con uno sconto in fattura sui lavori ed averli subito anzichè in 10 anni, cedendo il Credito di Imposta a terzi che possono essere imprese esecutrici o società di capitali che anticiperanno l’importo per la quota detraibile.

ecco un esempio di quanto detto;

Procedura - EcoSismaBonus.com

Se volete approfondire contattateci per preventivi e studio di fattibilità, ci occupiamo di tutto l’iter dalla progettazione all’esecuzione dei lavori e alla guida alla cessione del crediti di imposta.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail
Precedente Ostruzione della colonna scarico (CHI PAGA?)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.